Neva e Pennavaire

Neva e Pennavaire

Neva e Pennavaire

In queste ultime settimane il Comitato Valle Neva e Pennavaire insieme al WWF locale e a Verdi Ambiente e Società (VAS) si è visto respingere il ricorso al TAR contro l’autorizzazione alla produzione di bitume, che potrebbe creare parecchi problemi ambientali in zona, con l’addebito di 10.000,00 (diecimila) euro di spese legali.

Un’importante battaglia

Europa Verde Liguria d’intesa con la sede nazionale ha deciso di stornare dal proprio modesto bilancio euro 1.000,00 (mille) da destinare quale contributo alle spese che, cittadine e cittadini della zona, dovranno affrontare.Noi crediamo che si tratti in primo luogo di una battaglia importante, che aveva portato alla raccolta di migliaia di firme a sostegno di una ipotesi di crescita sostenibilem, di valli di grande pregio ambientale e ricchissime di storia dalla preistoria fino al periodo moderno, che meriterebbero di puntare su questi dati e sui valori ambientali, invece di continuare ad essere invase da cave (tre in pochissimi chilometri quadrati) e ora dal bitume.
In secondo luogo vogliamo affermare ancora una volta un principio, che è scritto pure nella legge istitutiva del Ministero dell’Ambiente, cioè il diritto delle associazioni e comitati di ricorrere in giudizio senza dover essere condannati a pagare le spese legali in caso di soccombenza.
Si tratta di un elementare principio di giustizia, poiché evidentemente vi è una sproporzione di mezzi fra cittadine e cittadini associati a difesa del proprio territorio e potenti industrie magari unite come nel caso agli enti locali e quindi, come avveniva un tempo, le spese legali dovrebbero essere compensate.
Crediamo nel significato politico e sociale di questo atto, ribadendo che saremo sempre vicine e vicini a chi lotta per la giustizia sociale e climatica e soprattutto contro il cambiamento climatico nello spirito della Laudato Sì.

Europa Verde Liguria