Europa Verde vuole dire “Grazie”

Europa Verde vuole dire “Grazie”

Europa Verde vuole dire “Grazie”

Nell’imminenza della fine della “Fase 1”, Europa Verde vuole dire “Grazie” e costruttivamente esprimere la propria vicinanza a tutte e a tutti coloro che hanno perso i propri cari in questa terribile pandemia e a coloro che hanno parenti e amici ricoverati.

Nel contempo vogliamo esprimere la nostra solidarietà a tutto il personale sanitario (medico, paramedico, di assistenza, amministrativo), che in questi mesi ha lavorato in condizioni molto difficili per favorire la guarigione delle tante persone malate e malati.

Senza tralasciare gli operatori funebri, troppo spesso dimenticati ma decisamente essenziali, che hanno dedicato le proprie cure a chi invece non ce l’ha fatta. Vogliamo poi esprimere la nostra vicinanza a tutte e a tutti coloro che nel mondo del volontariato, della protezione civile, delle pubbliche assistenze e delle forze dell’ordine hanno lavorato con coscienza e responsabilità per garantire una ordinata esecuzione delle disposizioni di contenimento del virus. Vogliamo essere vicini a tutti gli operatori economici e a tutti coloro che hanno consentito il funzionamento dei servizi essenziali senza i quali l’Italia avrebbe avuto ancora maggiori difficoltà.

Vogliamo esprimere il nostro orgoglio per le eccellenze della sanità ligure come la terapia con eparina del Prof. Salvatore Spagnolo, che pare sia stata assunta nei protocolli come uno strumento di utilissimo contenimento della diffusione del virus.

Infine vogliamo esprimere il nostro impegno affinché la “Fase 2”, vada verso l’affermazione di valori di solidarietà e di responsabilità di cui l’Italia ha bisogno senza più indugiare in polemiche sterili, con la convinzione per cui il posto dell’Italia è in una politica più attenta all’ambiente, ai cambiamenti climatici e soprattutto ad un’Europa federata e unita.

Europa Verde Liguria