Biotigullio5terre

Biotigullio5terre

Biotigullio5terre

E’ nato in questi terribili tempi di pandemia un portale: biotigullio5terre.it, che punta alla conoscenza del territorio del Levante ligure e della zona della Lunigiana. Il portale è stato creato dalla “Famiglia per il Clima” ovvero Barbara, Massimiliano, Gaia ed Emanuele Amantini di Zoagli. Essi, a cominciare dall’inventiva di Massimiliano, hanno creato un portale, che punta in primo ad una corretta definizione socio – culturale dei territori, che non possono essere definiti genericamente “Levante Ligure” ma assumono una propria fisionomia sociale e storico – culturale, essendo anche interessati da contatti molto stretti con le regioni confinanti (Toscana ed Emilia Romagna) oltre ad aver dato origine a specifiche realtà locali.

Una Famiglia per il Clima

Il portale (questo è sicuramente uno dei suoi pregi) propone percorsi di conoscenza del territorio, ricette e le aziende locali a Km 0 ma soprattutto mette direttamente in contatto la persona con il territorio nel senso che non vi è alcuna intermediazione fra l’utente e l’azienda interpellata per cui il rapporto costruito sul portale è solo di “amicizia e conoscenza” poi saranno le singole persone a trattare direttamente.
In un mondo ormai volto agli acquisti online, alla fretta continua e alla pretesa di conoscere la complessità di un territorio come quei “proverbiali Giapponesi”, che in una settimana visitavano tutta l’Italia, facendo tante fotografie e non comprendendo praticamente nulla un simile portale è come una goccia d’acqua o di buon senso nel deserto e nelle aridità dell’assenza di relazioni umane.

Tecnologia e Territorio

Si usa sempre il computer ma esso costituisce giustamente lo strumento per navigare e conoscere meglio un territorio poi posso organizzare la visita ed andare direttamente a vedere e conoscere i luoghi così potrò andare dalla cooperativa del miele di Zignago e magari dapprima rendermi conto che sono nella realtà dell’alta valle di Vara e poi comprendere che vicina vi è la Lunigiana con le statue stele del Museo di Pontremoli e le sua chiese oltre alla sua cucina.

Potrò andare nelle Cinque Terre, trovare ospitalità nonché usare il treno o andare a piedi sugli antichi sentieri per capire quanto il paesaggio sia meraviglioso e perché stiamo parlando di Patrimonio dell’Umanità.

Potrei fare la medesima cosa a Portovenere e alla Palmaria anche per capire perché ci si sta battendo da tempo contro il masterplan voluto dalla Regione per una isola da conservare per tutte e tutti. Perché si parla di un equilibrio naturale delicato, con visite da numero chiuso e da conservare perché le future generazioni lo hanno dato a noi per mantenerlo integro.
Io non aggiungo altro se non un buona visita e un augurio di buon utilizzo di un importante strumento di conoscenza.

Europa Verde Liguria

Gaia Amantini

Studentessa al terzo anno di Grafica e Comunicazione presso l’Istituto Caboto di Chiavari – GE si occupa della Grafica on site e di quella off site del sito internet di EuropaVerdeLiguria.itBioTigullio5Terre.it, di TigullioTrekking.it. Ama gli animali, la natura, lo sport e soprattutto i Motley Crue.